VETRI, LO SPECCHIO DELLA STRUTTURA

Nella credenza popolare i vetri puliti sono associati a chiarezza, trasparenza, sincerità, promesse mantenute e semplicità.

Per quanto a livello di tecniche di pulizia tutti sappiamo che tenere puliti i vetri tutto è tranne che semplice, siamo tutti altrettanto d’accordo sul fatto che i vetri puliti trasmettono un’immagine di attenzione e cura.

Forse proprio perché è così difficile mantenerli puliti che, nel momento in cui vediamo un’azienda, un capannone o una qualsiasi struttura con i vetri lindi ci stupiamo e proviamo una piacevole sensazione nel constatarlo.

Soprattutto per le strutture che fanno della propria immagine un punto di forza, poiché le strutture aziendali sono spesso il biglietto da visita delle imprese: la cura degli ambienti da quindi un’impressione positiva e trasmette i valori di salubrità.

L’APPARENZA NON INGANNA

pulizia vetri erremme
Il vetro è quindi quell’elemento distintivo che può fare la differenza tra chi ha solamente scelto un posizionamento d’immagine alto per la propria struttura e chi invece quel posizionamento veramente lo ha assunto sul mercato!

Pensiamo ad un’industria… Entra un cliente, noi gli facciamo fare il giro dell’azienda spiegando il nostro metodo di lavoro, il nostro impegno i nostri valori… e durante tutto il tour il cliente continua a vedere le nostre belle parole contrapposte ai vetri sporchi!

Oppure un hotel!

Ho un bellissimo hotel a 5 stelle in montagna in una posizione strategica per una bellissima vista panoramica sulla valle… attraverso dei vetri sporchi! “Vista annebbiata” per il cliente e “perdita di punti” per il mio hotel!

O ancora le vetrine sporche del mio negozio che vanificano tutto il mio lavoro di allestimento dei miei prodotti!

 

E così via, per ogni situazione e per ogni settore.

Insomma tutti noi amiamo le ampie vetrate che fanno passare luce nei nostri locali. Anche il nostro cliente le apprezza molto, ma solo se sono correttamente mantenute.

Cosa fare quindi per sfuggire alla maledizione dei vetri sporchi? Quale soluzione mi permette di ottimizzare tempi e costi, senza rinunciare alla loro lucentezza ed alla trasparenza?

Prima di scegliere la soluzione più idonea alla mia specifica situazione è bene fare un’analisi della struttura e dei propri bisogni, partendo da alcuni piccoli spunti che vi proponiamo qui sotto:

 

1)    INTERNI O ESTERNI?

Questa è la prima considerazione da fare: è bene infatti tenere a mente che vetri interni e vetri esterni non possono essere puliti utilizzando lo stesso sistema. Questo perché, come è facile immaginare, vengono in contatto con una tipologia di sporco differente, obbligandoci ad affrontare la problematica con strumenti diversi.

 

vetri interni erremme vetri esterni erremme

2)    OGNI QUANTO PULIRLI?

Questo è purtroppo il cruccio di tutti noi perché i vetri si sporcano molto facilmente, quindi necessitano di essere puliti con regolarità. Per ottenere un risultato efficace è infatti bene non permettere allo sporco di stratificarsi, poiché questo ci renderebbe più difficile e più lungo il lavoro, quindi anche più costoso! A seconda poi che siano interni o esterni la frequenza di pulizia varia sicuramente, anche se su questo punto sono davvero tante le variabili da considerare e si necessita quindi di un’analisi più approfondita.

 

3)    QUANTO SONO AMPI?

Ovviamente la grandezza dei vetri influisce molto sulla scelta del giusto sistema di pulizia. Per una grande vetrata avrò sicuramente bisogno di attrezzature che, per la loro dimensione o per il loro utilizzo, mi permettano di abbattere anche i tempi di esecuzione.

 

4)    A CHE ALTEZZA SONO DISPOSTI?

La scelta del sistema passa anche per l’analisi delle altezze alle quali sono disposti i vetri. Soprattutto quando si parla di altezze, oltre alla difficoltà nel trovare il giusto sistema prendendo in considerazione i punti precedenti, si apre anche un discorso di sicurezza. Ad altezze elevate bisognerà adottare soluzioni che, oltre ad essere ovviamente performanti, permettano agli operatori di lavorare in totale sicurezza.

Ovviamente l’analisi prenderà in considerazione tanti altri aspetti che non ci dilunghiamo ad approfondire in questa sede, come ad esempio le caratteristiche fisiche dell’operatore, l’ambiente circostante con la specifica della tipologia di sporco, l’affluenza degli spazi interni, il settore di riferimento e tanti altri.

Consigliare un sistema rispetto ad un altro senza prima fare una valutazione approfondita non permetterebbe l’efficienza dell’operazione. Si crea il rischio che, scegliendo il sistema scorretto, la pulizia non venga effettuata nel modo giusto e questo vada inevitabilmente ad opacizzare i vetri rovinandoli definitivamente.

Solo dopo una corretta analisi Erremme è in grado quindi di consigliare il giusto sistema tra tutti quelli disponibili sul mercato, permettendovi di dare il giusto valore ai vostri vetri ed alle vostre strutture.

 

Vuoi un’analisi della tua specifica situazione per conoscere il sistema più idoneo per te?

 

Clicca qui e contattaci!

 

E per la pulizia dei pannelli fotovoltaici?

Clicca qui e leggi l’articolo su questa particolare applicazione!