Roberto Galli ed il suo intervento a “Mi Manda Rai 3” dove ha parlato di igiene.

Il tema dell’igiene è sbarcato in Rai a Mi Manda Rai 3.

 

I giorni 28 febbraio e 15 marzo il nostro Amministratore Delegato Roberto Galli in veste di presidente di Afidamp, associazione di categoria che riunisce produttori e distributori del settore del cleaning professionale, è intervenuto durante le puntate del programma televisivo “Mi manda Rai 3” nella quale le parole d’ordine sono state IGIENE e PULIZIA. (clicca qui per guardare la puntata, dal minuto 19.40)

DI COSA SI E’ PARLATO?

In studio oltre a Roberto Galli, come esperti dello specifico campo, sono stati invitati ospiti come Andrea Sales, psicoterapeuta dell’università di Padova, Antonio Paparella, professore dell’Università di Teramo specializzato in microbiologia degli alimenti e Simone Bellucco, veterinario dell’istituto zooprofilattico delle Venezie.
Il tema del dibattito ci riguarda da vicino perché è legato all’importanza dell’igiene e all’eliminazione dei batteri. Da sempre si sa che il problema dell’igiene è un problema legato a molteplici aspetti, che come ha ricordato in studio il nostro Amministratore Delegato devono prendere in considerazione innanzitutto la conoscenza delle diverse tipologie di sporco esistenti per poter applicare la miglior metodologia di pulizia ed igiene.

QUANTO SPENDONO GLI ITALIANI PER QUESTI PRODOTTI?

Alla domanda del presentatore, Galli ha risposto che gli italiani spendono complessivamente circa 4 miliardi di cui la parte predominante, ovvero circa 3 miliardi e mezzo, vengono spesi solo per prodotti chimici, con una forte prevalenza dei prodotti per lavare i panni.

QUALE APPROCCIO HANNO GLI ITALIANI NEI CONFRONTI DELLA PULIZIA?

In studio sono state lette e brevemente discusse le statistiche relative all’approccio che gli italiani hanno nei confronti del pulito e dell’igiene.
Ne è quindi risultato che il 40% della popolazione ha un approccio “ossessivo” nei confronti della pulizia tanto da essere definiti dei “fanatici”, non consapevoli che vivere in questo modo genera spesso effetti contrari, dato che una cura eccessiva può rendere il nostro organismo più vulnerabile ai batteri.
Il 22% degli italiani invece dimostra un approccio “consapevole” nei confronti della pulizia. Il 24% si rivela equilibrato nella valutazione del pulito. Il 14% ha un approccio che viene definito “indifferente”.

MA SIAMO PROPRIO SICURI CHE IL PROBLEMA DELLA PULIZIA SIA ARGINABILE SOLO A QUESTE STATISTICHE?

In realtà la faccenda è molto più articolata! Il problema di fondo, come accennato da Roberto Galli, sta proprio nella conoscenza di questa complessa materia. Solo conoscendo le variabili, i prodotti e le corrette metodologie di pulizia è possibile avere un approccio consapevole a questa difficile operazione.

Ad esempio la credenza popolare ci porta a pensare che il luogo della casa che necessita di più di essere igienizzato sia il bagno. Con una conoscenza più approfondita si scopre in realtà che l’ambiente da prendere in considerazione è la cucina. É lì che troviamo sporchi organici che si possono rivelare particolarmente pericolosi per la nostra salute.

Ad esempio, un altro tema ripreso più volte in studio,  da non sottovalutare è la contaminazione crociata, soprattutto quando si parla di trattamento di alimenti crudi.

In ambiti come la cucina il rischio per la salute indotto dalle contaminazioni crociate è infatti altissimo, poiché si potrebbero scatenare delle tossinfezioni alimentari dovute all’ingestione di alimenti contaminati da batteri come la listeria, la salmonella e lo stafilococco aureo.


La conoscenza della tipologia di sporco da trattare è, come ricordato da Roberto Galli in trasmissione, indispensabile per capire le migliori modalità di intervento.
Una volta definita la tipologia di sporco abbiamo poi l’esigenza di conoscere i materiali che compongono le diverse attrezzature o i prodotti che possiamo impiegare per igienizzare le superfici.

Infine la conoscenza delle metodologie operative: senza le corrette tecniche di rimozione dello sporco non saremo mai in grado di pulire ed igienizzare una superficie ottimizzando anche i tempi ed i costi.

QUANTO E’ IMPORTANTE LA CONOSCENZA IN QUESTO AMBITO CHE VIENE SPESSO BANALIZZATO?

QUANTO E’ IMPORTANTE CONOSCERE I VARI TIPI DI SPORCO, I PRODOTTI E LE METODOLOGIE PER POTER ASSICURARE LA NOSTRA SALUTE E DEI NOSTRI CARI?

Non basterebbero cento articoli o cento trasmissioni tv per conoscere tutto quello che si rende indispensabile sapere in questo settore. Sicuramente queste trasmissioni possono fare tanto per sensibilizzare sull’argomento.

COSA POSSIAMO FARE NOI?

Erremme da sempre mette a disposizione le sue conoscenze, la sua professionalità e la sua esperienza al fianco di chi ben conosce l’importanza del pulito. Erremme affianca chi vuole confrontarsi con questa materia con un approccio consapevole.

 

Scopri tutto quello che possiamo fare insieme grazie al nostro gruppo, cliccando qui 

oppure

Erremme