Oggi inizia la primavera, il mese delle famose PULIZIE!
Ma da dove deriva il termine “Pulizie di primavera”?

Risultati immagini per le pulizie di primavera

 

La tradizione delle pulizie di primavera deriva dall’usanza ebraica di pulire la casa in corrispondenza della Pesach (Pasqua) in un rituale che unisce l’aspetto pratico a quello spirituale. In origine, questo procedimento aveva lo scopo di eliminare i residui di lievito coerentemente con il divieto di consumare o possedere alimenti lievitati durante l’intero periodo, per ricordare la fuga dall’Egitto, tanto improvvisa e frettolosa da non permettere il processo di lievitazione del pane. Alla liberazione della casa da polvere, lievito e oggetti indesiderati viene associato un atto di pulizia spirituale in un rito di rinnovamento annuale con lo scopo di allontanare da sé qualsiasi negatività. Per le famiglie ebraiche le pulizie di primavera sono una tradizione che coinvolge tutti i membri del nucleo, bambini compresi, ed è quindi un momento in cui viene sottolineata l’unità famigliare, anche per la particolare cura che si presta durante tutto il procedimento. L’attenzione con cui vengono effettuate le pulizie precedenti la Pesach è tale che questo rituale si prolunga in un periodo di tempo che può superare la settimana.

 

Questa tradizione è stata ripresa in diverse varianti anche in alcune regioni d’Italia, in cui le pulizie primaverili sono state collegate per i cristiani al sacramento della Confessione o alla benedizione delle case, diventando il modo per liberarsi simbolicamente dal peccato oppure per scacciare il diavolo a colpi di scopa dalla propria abitazione. In molti contesti questo evento veniva accompagnato a vere e proprie feste e celebrazioni, poiché associate al passaggio dall’inverno alla primavera o più in generale al cambiamento visto in chiave positiva. Inizialmente le pulizie nel periodo di Pasqua furono prescritte direttamente dalla Chiesa, con il nome di pulizie dell’Acqua Santa, da un lato come principio per il benessere spirituale e dall’altro per liberare le case dalla polvere accumulata durante l’inverno.

 

Tuttavia, le pulizie di primavera vengono effettuate anche senza necessariamente avere alla base motivazioni religiose, perché rappresentano in ogni caso un momento in cui la pulizia scrupolosa e la liberazione da oggetti non più utili o indesiderati permettono di accogliere al meglio la nuova stagione.

 

E voi, qualunque sia la vostra idea, siete pronti per le vostre pulizie di primavera?